Parkinson, il neurochirurgo: «Trattamento personalizzato con pacemaker cerebrale di ultima generazione»

parkinson,-il-neurochirurgo:-«trattamento-personalizzato-con-pacemaker-cerebrale-di-ultima-generazione»

Quando anche a riposo il corpo trema, gli arti si irrigidiscono, i movimenti automatici sono molto più lenti del normale, la postura è instabile e nessun farmaco riesce a migliorare i sintomi tipici di una malattia di Parkinson in stato avanzato, non tutte le speranze sono perdute. «È possibile ricorrere all’utilizzo […]